Il partito di Conte e la ribellione del Movimento

Se i dirigenti trasformano il Movimento in un partito guidato da Conte, allora portavoce e cittadini che credono ancora nel progetto originario hanno tutto il diritto di ribellarsi. Si chiama democrazia. I portavoce sono stati eletti per portare avanti un progetto ben preciso e nessun altro. Se hanno cambiato idea ci sta, ma allora che … Continua a leggere Il partito di Conte e la ribellione del Movimento

Conte, il salvifico capo del Movimento

Si sa ancora molto poco ma echeggiano già le grida di giubilo. Giuseppe Conte starebbe per diventare capo politico del Movimento. Pare lo riformerà. Non si sa in che senso e per far cosa, ma c’è già chi esulta. Evviva, arriva il Salvatore della Patria pentastellata che prenderà saldamente le redini del Movimento e lo … Continua a leggere Conte, il salvifico capo del Movimento

Giorgia Meloni Premier e l’incognita Conte

Se continua così l’unico risultato dell’ammucchiata sarà l’incoronazione di Giorgia Meloni a Presidente del Consiglio. Lo confermano già i primi sondaggi. La destra vola trainata dalla sua eroina. La Meloni dovrà solo rimanere coerente e attendere che gli altri partiti precipitino nel pozzo nero scavato da Draghi. Sarà così che finalmente a guidare l’Italia sarà … Continua a leggere Giorgia Meloni Premier e l’incognita Conte

La riforma del Movimento e il vecchio Pd

È da decenni che il Pd si affida a nuovi condottieri e nuove formule per sanare le sue crisi e rilanciarsi. Un cambiamento calato dall’alto che ha sistematicamente fallito. Il Movimento è un progetto agli antipodi dei vecchi partiti come il Pd e non dovrebbe commettere lo stesso errore di affidarsi a riforme verticistiche per … Continua a leggere La riforma del Movimento e il vecchio Pd

Grazie al governo dei peggiori

Grazie al governo dei peggiori aumenterà il malcontento verso la politica e si ravviverà la voglia di cambiamento radicale. In questo senso è una bella notizia. Il governo dei peggiori ricorda a tutti in che paese viviamo davvero, la scarsa qualità della nostra classe dirigente ma anche i sempiterni vizietti della politica nostrana. Tipo l’ipocrisia … Continua a leggere Grazie al governo dei peggiori

Berlusconi e lo spirito di unità e responsabilità nazionale

È per spirito di unità e responsabilità nazionale che il redivivo Berlusconi piazza suoi sottosegretari alla giustizia e all’editoria. Ci mancherebbe altro. In un momento così drammatico per il nostro paese è sacrosanto mettere da parte gli interessi personali e sacrificarsi per il bene della comunità nazionale. Assolutamente sì. Ed è per le stesse nobili … Continua a leggere Berlusconi e lo spirito di unità e responsabilità nazionale

Conte, il Movimento e l’ammucchiata

Giuseppe Conte dovrebbe stare alla larga dalla rissa che sta sconquassando il Movimento. Rischierebbe solo di uscirne malconcio. Conte è una figura “istituzionale” e trasversale che va ben al di là delle singole forze politiche o fazioni. Chi vuole bene a Giuseppe Conte e spera in un suo ritorno dovrebbe incoraggiarlo a tornare alla sua … Continua a leggere Conte, il Movimento e l’ammucchiata

Salvini e la transizione europeista

La Lega di Matteo Salvini è diventata saldamente europeista. Viviamo in un periodo di grandi transizioni sotto il cielo. Verdi, nere. Personali, di partito, di paradigma. Dicono che la Conversione sulla Via di Bruxelles del Capitano sia dovuta ai ceti produttivi del profondo nord che impoveriti dalla pandemia si son stancati delle solite panzane propagandistiche. … Continua a leggere Salvini e la transizione europeista

La restaurazione pandemica

In Italia è in atto un tentativo di restaurazione fin dalle anomale elezioni del 2018. I cittadini han chiesto un cambiamento radicale, il vecchio sistema si è impuntato per impedirlo. Caste, lobby, vecchi partiti e stampa al seguito. Tutti compatti per resistere. L’ammucchiata Draghi è la grande occasione che i restauratori attendevano per vincere la … Continua a leggere La restaurazione pandemica

Gli ex marziani e i loro compagni d’ammucchiata

Di Battista rimane alla finestra. Nessun nuovo movimento. Nemmeno suo. Si muovono solo gli azzeccagarbugli oltre che gli stracci e le vettovaglie. Parola d’ordine ricucire, in nome dell’eccezionalità del momento e del fattaccio. Ma più si deposita la polvere della tempesta, più il destino del Movimento sembra dipendere anche dai suoi compagni d’ammucchiata. Basterebbe infatti … Continua a leggere Gli ex marziani e i loro compagni d’ammucchiata