Il Movimento trasformato in un Partito

Spetterà agli iscritti superstiti decidere se trasformare il Movimento in un partito da secolo scorso. Perché di questo si tratta. Inutile girarci attorno. Una virata drastica decisa dai big del Movimento e che la base è chiamata a vidimare. O sì o no. O restare fedeli al progetto del Movimento con cui si è vinto … Continua a leggere Il Movimento trasformato in un Partito

Il Romeo Conte e i suoi innamorati a 5 stelle

Un giorno anche la stella di Conte si spegnerà e a quel punto i suoi innamorati si ritroveranno con un pugno di mosche in mano. È la storia della democrazia italiana. La destra s’infatuò di Berlusconi per ben tre legislature. Poi fu la volta della sinistra che prese una cotta per Renzi, più passeggera ma … Continua a leggere Il Romeo Conte e i suoi innamorati a 5 stelle

Il “no” a Conte degli iscritti

Gli iscritti del Movimento potrebbero anche votare “no” al presidente in pectore Conte. Sarebbe un clamoroso colpo di scena, un sussulto d’orgoglio dei legittimi proprietari del Movimento e cioè dei cittadini comuni. Un “no” improbabile ma possibile. Del resto se Conte vuole continuare a fare politica e guidare i suoi fans verso nuovi lidi ha … Continua a leggere Il “no” a Conte degli iscritti

Tra Gilet Gialli e Di Battista

Non esiste opposizione in Italia, non esiste vera democrazia. Il popolo è stato tradito per l’ennesima volta. Nel 2018 ha votato per il cambiamento e si ritrova una feroce restaurazione. Gli stessi partiti, le stesse caste, le stesse logiche di sempre. I politicanti e la stampa lobbistica al seguito si meriterebbero i Gilet Gialli. Col … Continua a leggere Tra Gilet Gialli e Di Battista

La follia autodistruttiva del Movimento

Il Movimento cede anche sulla giustizia. Dalla restaurazione siamo all’umiliazione vera e propria di milioni di cittadini che hanno creduto ad un paese migliore. Anni d’impegno buttati via in una inarrestabile follia autodistruttiva. Le chiacchiere stanno a zero. Il Movimento non solo governa con Berlusconi ma ci scrive pure una riforma della giustizia assieme. Davvero … Continua a leggere La follia autodistruttiva del Movimento

Lo sgretolamento del Movimento

A tenere unito il Movimento era il nemico comune e cioè la vecchia partitocrazia. E un conto è la “collaborazione forzata” per realizzare le promesse elettorali, un conto è diventare pappa e ciccia con la vecchia partitocrazia. Oggi quelli del Movimento parlano più in politichese che certi matusalemmi che sguazzano nei palazzi da decenni. Anche … Continua a leggere Lo sgretolamento del Movimento

La ribellione dei cittadini contro il Movimento

Alt, dietrofront! Arrivano i saggi. Coloro che detengono i segreti della sapienza assoluta. Spetterà a loro riunirsi in conclave e dirimere l’arcano che affligge il Movimento 5 Stelle e cioè decidere chi diamine comanda. Del resto ci hanno provato i capi supremi a mettersi d’accordo ed è finita a cornate. È dovuta intervenire l’illuminata classe … Continua a leggere La ribellione dei cittadini contro il Movimento

Il Movimento tra politica e storia

I restauratori godono per l’implosione del Movimento ma è un panorama politico ancora tutto da decifrare e che dipende molto dai milioni di elettori delusi dal Movimento. Se il loro voto non era solo una reazione isterica e rabbiosa ma un voto consapevole di cambiamento radicale, non torneranno a votare vecchi partiti o vecchie formule. … Continua a leggere Il Movimento tra politica e storia

Il partito di Conte e l’idea del Movimento

Il partito di Conte non è ancora nato e ci sono già milioni di persone pronte a votarlo a scatola chiusa. Senza nemmeno aspettare che Conte apra bottega e illustri un programma. Alla cieca. Sta in questo personalismo sfrenato, in questo leaderismo d’annata, la dimostrazione di come la rivoluzione culturale a cui ambiva il Movimento … Continua a leggere Il partito di Conte e l’idea del Movimento

Il colpo di Beppe, San Conte e il futuro del Movimento

I fedeli di San Conte sono costernati, il loro venerato ha preso un palo clamoroso. Ha provato a forzare la mano, ma Beppe non gli ha mollato il Movimento. Se non si rimangia tutto, si torna al direttorio voluto dagli iscritti e a Rousseau. Giusto così. Un colpo che potrebbe salvare il Movimento. Certo, si … Continua a leggere Il colpo di Beppe, San Conte e il futuro del Movimento