Una nuova forza politica per le prossime elezioni

In questa legislatura la politica nostrana ha mostrato tutto il peggio del suo repertorio. Tradimenti e trasformismi. Ringoi di parole date e di promesse. Scissioni truffaldine e partiti fasulli fondati nei corridoi. Carrierismo, individualismo. Anni di parole a vanvera per poi finire tutti in ginocchio al cospetto del solito tecnocrate. Quanto alla vita reale dei … Continua a leggere Una nuova forza politica per le prossime elezioni

I cittadini e la perdita di sovranità

La democrazia sta diventando sempre più apparente. I governi nazionali sono in balia di lobby e tecnocrati mentre fette crescenti di sovranità passano dalle capitali ad entità sovranazionali senza volto. Il cittadino è ridotto a spettatore inerme e il sistema neoliberista sembra inarrestabile.  Di fronte a tale deriva, i sovranisti propongono di tornare indietro e … Continua a leggere I cittadini e la perdita di sovranità

Lo stallo neoliberista e il ruolo dei cittadini

Le consapevolezze dei cittadini si sono evolute, quelle dei politicanti no. Per questo regna il disgusto. C’è un fossato tra realtà e politica eppure non cambia mai nulla. Si sa, la politica attrae i più spregiudicati. Coloro che ambiscono a potere, visibilità e soldi. E una volta messo piede nei palazzi, la propaganda lascia spazio … Continua a leggere Lo stallo neoliberista e il ruolo dei cittadini

La vera democrazia e l’autodistruzione

La democrazia è in grave crisi e la colpa è della cattiva politica. Non dei cittadini. La bassa partecipazione è frutto dell’esasperazione. I cittadini non si sentono rappresentati e sono stanchi di tapparsi il naso e votare il meno peggio che poi tanto non cambia mai niente. Ma meno cittadini partecipano, meglio è per loro. … Continua a leggere La vera democrazia e l’autodistruzione

Lorsignori e la democrazia commissariata

Messaggini e telefonatine alle spalle come ragazzini mentre il commissariamento della democrazia italiana continua. Hanno scippato il voto del 2018 e si tengono le poltrone fino all’ultimo giorno. Poi si sorprendono se non vota più nessuno. Ma è questo il modello di democrazia che sta emergendo ovunque. Qualche tecnocrate in cima a tenere a bada … Continua a leggere Lorsignori e la democrazia commissariata

I “draghi”, i “di maio” e la vera democrazia

Viviamo in una democrazia fasulla. Nel 2018 ha vinto la voglia di cambiamento ma ha prevalso il sistema che si è fagocitato i sedicenti rivoluzionari ed ha silenziato ogni dissenso. Ed eccoci all’ennesimo “drago” tecnocratico che comanda senza degnarci di uno sguardo. Ed ecco gli applausi degli immancabili “di maio” come quelli delle lobby e … Continua a leggere I “draghi”, i “di maio” e la vera democrazia

Morto un Movimento se ne fa un altro

Il Movimento è morto da tempo. Siamo alla scissione del nulla. Doveva rivoluzionare l’Italia ma si è dissolto miseramente nei palazzi del potere. Partenza a razzo e poi tracollo, coi portavoce trasformati in onorevoli qualunque di un partitello qualunque. Cravatte, auto blu, alta società, ma non solo. Anche tanto egoismo. Sul gruppo hanno prevalso capetti … Continua a leggere Morto un Movimento se ne fa un altro

La guerra, i soldi e l’ipocrisia di Lorsignori

Da decenni Putin calpesta la democrazia eppure noi ci abbiamo sempre fatto affari d’oro facendo finta di nulla. I politicanti nostrani hanno sempre osannato lo Zar come amico e addirittura come modello. L’ultima volta che è venuto a Roma, Lorsignori erano in coda per un selfie col mitico Vladimir. Come se il gas russo valesse … Continua a leggere La guerra, i soldi e l’ipocrisia di Lorsignori

Ama i tuoi nemici

Per amare i nostri nemici dobbiamo evolvere come essere umani, dobbiamo maturare una consapevolezza più profonda su di noi e sulla vita. Dobbiamo evolvere oltre il nostro misero ego e riscoprirci anime di passaggio sul pianeta. Esseri umani parte di un mistero insondabile chiamato vita. Più è evoluta la nostra consapevolezza ed ampia la nostra … Continua a leggere Ama i tuoi nemici

Putin e il porgere l’altra guancia

Se l’Ucraina apriva le porte a Putin lanciando una ferma e pacifica opposizione democratica di massa, avrebbe prevalso senza sparare un colpo. Avrebbe logorato politicamente lo Zar, fino a renderlo ridicolo davanti al mondo costringerlo a tornarsene a Mosca a testa bassa. Con contro un popolo intero, Putin avrebbe capitolato rapidamente anche vista l’assurdità di … Continua a leggere Putin e il porgere l’altra guancia